Avellino | Italy
info@pranabiorisonanza.it

Biorisonanza Veterinaria

Created with Sketch.

LA BIORISONANZA IN CAMPO VETERINARIO di Arianna Viganò.

Erano anni che sentivo parlare di Biorisonanza in campo umano, e grazie ad una vecchia conoscenza, mentre affrontavo i miei studi di Osteopatia Animale a Roma, ho potuto avvicinarmi a questo mondo. Ho sempre lavorato nel mondo dei cavalli, in Italia e all’estero, ma quando sono approdata alla scuola di Osteopatia, il mio bisogno di trovare una via terapeutica alternativa per questi magnifici animali era grande. La mia idea era quella di poter tornare a far parte del mondo equestre con nuove competenze e finalmente poter accedere agli animali dalla parte terapeutica. All’uscita dalla scuola di Osteopatia Animale, purtroppo ho constatato la chiusura mentale di questo mondo, avvicinandomi sempre più a quello della cinofilia anche sportiva, in grande via di espansione.

Biorisonanza Veterinaria

Attraverso la medicina Osteopatica, si ha accesso al corpo dei nostri animali attraverso tecniche manipolative e manuali più o meno profonde, ma tutte sempre finalizzate a dare “un messaggio, un’ informazione” al corpo, che viene presa e rielaborata attraverso i vari sistemi. E’ il corpo in sé che, metabolizzando l’informazione, sceglie di mettere in moto i processi di guarigione, per tendere alla Salute.

In questo la Biorisonanza secondo Paul Schmidt può dare un grande aiuto: in campo veterinario, a differenza di quello umano, la diagnostica è sempre molto complessa e molto costosa.

L’animale, non esprime a parole il dolore o le sensazioni di disagio, quindi è davvero molto complesso essere in grado di riconoscere un sintomo ed essere in grado di ricondurlo alla causa.

Biorisonanza Veterinaria

Per questo motivo la Biorisonanza in campo animale, non solo aiuta ad identificare il problema, ma può essere un valido supporto alla terapia farmacologica a volte molto limitata, proprio perché si fa fatica ad avere diagnosi complete.

I cani e i gatti purtroppo vivono sempre più a stretto contatto con noi, vivendo quelli che sono i nostri stress e le nostre malattie.

Diventano sempre più frequenti quindi situazioni nelle quali il proprietario ha disfunzioni molto simili a quelle del proprio cane, e viceversa.

La Biorisonanza, dalla mia esperienza, permette di avere un accesso quasi diretto nella fisiologia dei vari sistemi andando a completare quello che può essere un trattamento osteopatico, il cui obbiettivo principale invece è la “struttura”: l’anatomia.

In osteopatia, sin dalla sua fondazione nel 1800, si è consci del profondo rapporto tra STRUTTURA (anatomia) e FUNZIONE (fisiologia):

se cambio una, cambia indissolubilmente anche l’altra …

Quindi possiamo affermare che il lavoro diretto alla struttura, rispetto a quello diretto alla fisiologia, è solo una faccia della stessa medaglia.


Biorisonanza Paul Schmidt, studio più recente sull’applicazione di biofrequenze, per cane, gatto e cavallo. Naturalmente, ciò non esclude trattamenti a bovini, uccelli o tartarughe. I valori di frequenza fondamentali sono testati e armonizzati;

l’approccio olistico della Biorisonanza Veterinaria Paul Schmidt per la sperimentazione e il trattamento degli animali comprende in :

  • Test per Elettrosmog e Stress Geopatico
  • Test Equilibrio Acido-Base
  • Test dei Farmaci più tollerabili
  • Test sul Mangime

il successo della Biorisonanza Veterinaria Paul Schmidt sta nel respingere il cosiddetto Effetto Placebo, ovvero il successo del trattamento fondato sull’immaginazione del paziente.


Sebbene siano disponibili farmaci e opzioni terapeutiche per gli animali che hanno sviluppato una malattia, i costi associati a determinati trattamenti Invasivi e la possibilità che si sviluppino effetti collaterali potrebbero non essere piacevoli, sia per l’animale che per il proprietario.

La terapia Dolce di Biorisonanza Veterinaria Paul Schmidt si pone come un eccellente meccanismo alternativo o complementare per ridurre la gravità di alcune malattie. Alleviare il disagio e il dolore associato a patologie comuni che si trovano negli animali.

error: Content is protected !!